Biella

CTV: primi passi istituzionali

Logo Centro Territoriale Volontariato Vercelli e Biella

Il logo Centro Territoriale Volontariato Vercelli e Biella

La rivoluzione nel mondo del Volontariato di Vercelli e Biella è cominciata con la prima assemblea del CTV (Centro Territoriale Volontariato) che ha preso il posto del CSV. Un accorpamento resosi indispensabile per ottimizzare le poche risorse disponibili. L’assise delle associazioni iscritte si è svolta in un classico “territorio neutrale”, l’hotel “Dell’Angolo” di Carisio al crocicchio a metà strada. L’Assemblea ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo del Centro (che resterà in carica per il triennio 2015 – 2018), a cui è affidato il compito di indirizzo politico e decisionale dell’attività. Presenti 137 associazioni su 187 soci, oltre 150 persone. Come vuole il regolamento sei membri fanno riferimento al collegio vercellese e sei a quello biellese, più un tredicesimo nominato dal Co.Ge. (Comitato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato del Piemonte).Ecco di seguito i Consiglieri eletti, riportati in ordine alfabetico e suddivisi per Collegio Elettorale.

La platea dell'assemblea CTV del 17 gennaio 2015

La platea dell’assemblea CTV del 17 gennaio 2015

Il presidente e vice-presidente verranno eletti dal consiglio direttivo uscito dall’assemblea probabilmente entro i primi giorni di febbraio. Come spesso accade per gli accorpamenti che stiamo vedendo in questi anni, in enti pubblici e organizzazioni private, dietro l’operazione c’è un gran lavoro di diplomazia che va avanti da un anno e mezzo. Dal punto di vista delle associazioni non cambia niente. La sede di riferimento è la stessa di corso Libertà 72, con più o meno le stesse persone e gli stessi servizi per le associazioni che, va detto, senza un organismo come CSV e ora CTV, faticherebbero molto di più e di conseguenza ne avremmo molte di meno. Certamente chi non aveva compilato la re-iscrizione al nuovo soggetto, dovrà regolarizzarsi prima di poter aver accesso ai servizi stessi.

Nel seguito riportiamo le cariche elette, così come diffuse dal CTV stesso. BENVENUTO CTV per quanto ci riguarda continueremo a fare tutto quel che possiamo per sostenere il Volontariato. (continua…)

Scatti per i Volontariato a Biella e Vercelli

banner_scattisolidarieta_banner 380

.

Il Csv dal 1° gennaio diventa CTV (Centro Territoriale Volontariato), è un effetto del calo drammatico dei fondi per il Volontariato e del progetto di eliminazione delle province. Il nuovo organismo vedrà insieme Biella e Vercelli. Una trasformazione che sta impegnando a fondo le due organizzazioni oggi distinte. Nasce in questo contesto forse il primo progetto che possiamo considerare espressione del nuovo organismo. «Scatti di solidarietà 2014», un contest fotografico sul tema della solidarietà e del volontariato aperto a tutti i fotografi professionisti e non professionisti attivi nei territori di Biella e Vercelli.

Ogni fotografo partecipa con un massimo di tre immagini (vd. sezione ‘Formati e specifiche tecniche’) e tutti gli scatti in gara vengono pubblicati sulla nuova Fan Page CTV – Centro Territoriale Volontariato www.facebook.com/centroterritorialevolontariato, che è stata attivata per l’occasione.

Gli scatti devono rappresentare ambiti e situazioni inerenti al mondo della solidarietà, del volontariato, dell’impegno sociale e, in senso ampio, a tutto ciò che è riconducibile al Terzo Settore.

Nel seguito il bando completo (continua…)

Birra, polenta concia, mostra mercato alla nuova edizione di sapori di Primavera

Immagine relativa all'edizione 2012 di "sapori di Primavera

Immagine relativa all’edizione 2012 di “Sapori di Primavera

Sabato 3 e domenica 4 maggio si svolgerà a Pray biellese la decima edizione di Sapori di Primavera. Si tratta di una manifestazione organizzata con la collaborazione di Slow Food che grazie a molteplici attività di degustazione vuole far scoprire il progetto dei presidi. I presidi Slow Food attraverso un lavoro in atto da dieci anni, ha affermato con forza valori fondamentali: la tutela della bio- diversità, dei saperi produttivi tradizionali e dei territori, che oggi si uniscono all’impegno a stimolare nei produttori l’adozione di pratiche produttive sostenibili, pulite, e a sviluppare anche un approccio etico (giusto) al mercato. L’invito rivolto ai produttori compresi nell’elenco dei Presìdi di Slow Food consentirà di conoscere e apprezzare alcune delle più rilevanti specificità gastronomiche attraverso i presìdi del biellese e di scoprire la cultura alimentare ad essi sottesa.Il programma nel dettaglio sarà il seguente (continua…)

A Pray per cercare regali con una storia…

Natale alla fabbrica della ruota

Il logo dell’iniziativa

In questa stagione impazzano i mercatini di Natale e c’è l’imbarazzo della scelta. Segnaliamo l’iniziativa che Doc.Bi (Centro Studi Biellesi) promuove domenica 1 dicembre 2013 dalle 10 alle 18.30 presso la “Fabbrica della ruota” di Pray. Parliamo di “Artigiani & Sapori in fabbrica”, una mostra mercato nata appunto per stimolare all’acquisto di regali di qualità che vanno a sostenere l’attività di aziende e artigiani. Allo stesso tempo l’ingresso a offerta libera va a sostenere iniziative di solidarietà sociale. In realtà la definizione di “mercatino” non è esatta… siamo di fronte a una selezione di oggettistica e prodotti enogastronomici unici, con alle spalle una loro cultura e una loro memoria…  Si potranno trovare: oggetti in legno, vetro, cesti, ceramica, porcellana dipinta a mano, terracotta, carta, cuoio, erbari, raku, fiori di seta, sciarpe in fibra pregiata, tessuti a mano in colori naturali, cappelli, maglieria bio, gioielli in rame, giocattoli tradizionali, libri nuovi e di antiquariato, plaid dell’agenzia lane d’italia, la camisa ’d campiun…  Sul fronte dei prodotti tipici: navette di biella, Pan d’arbo, olio di noci, nosuggio, miele locale, cioccolato, marmellate, confetture, canestrelli tradizionali, crema di nocciole, polentina dolce, panettoni artigianali, birra di natale,ratafià d’andorno e liquori, vini pregiati, passiti… Nel seguito il volantino dove sono indicati anche partner e sponsor dell’iniziativa. (continua…)

Appalti pubblici questi sconosciuti

Invito seminario confcoop 28-11

.

Confcooperative Biella Vercelli insieme a Cna, Confartigianato e Ance, sempre delle due province organizzano per giovedì 28 novembre all’Hotel “L’angolo” di Carisio un seminario tecnico rivolto alle piccole e medie imprese, per mettere insieme le aziende che partecipano alle gare di appalto nei diversi ambiti e chi i bandi li deve produrre, ovvero sindaci e soprattutto Segretari Comunali. «Appalti Pubblici, questi (s)conosciuti: regole e prospettive di crescita». Spesso le amministrazioni pubbliche non applicano le leggi e i regolamenti vigenti. (continua…)

Il Cammino di Biella nuovi siti web imperdibili

Home page del sito www.improntadellegno.it della cooperativa sociale biellese "Il Cammino"

Home page del sito www.improntadellegno.it della cooperativa sociale biellese “Il Cammino”

La Cooperativa sociale “Il Cammino” di Biella è una realtà dinamica e molto propositiva, una creatività che si esplica con progetti molto solidi e allo stesso tempo innovativi, come la costruzione di mobili utilizzando il legno dei bancali e servizi che cercano di contrastare il disagio sociale e il dilagare della povertà, in rete con altre organizzazioni come la Caritas. Per approfondire leggi il servizio apparso su Spirito sociale.

Ma potrete saperne molto di più direttamente alla fonte, perché la cooperativa annuncia l’uscita sul web di ben due siti. Il sito internet della Cooperativa www.coopilcammino.it il sito internet del Progetto di falegnameria Wood Work – l’impronta del legno: www.improntadellegno.it

Visitateli e, se volete, aiutate il progetto dei mobili potete votare e far votare il sito www.improntadellegno.it cliccando sul fiocchetto/bandierina “CSS Nominee” a sinistra delle pagine. La cooperativa è infatti in lizza su CSS Winner per il miglior sito del mese, noi li abbiamo già votati… lo meritano perché il sito è professionale e graficamente eccellente, molto chiaro e semplice da navigare. Da vedere il catalogo dei mobili perché certamente dentro c’è qualcosa che cercavate…

Il diavolo sui muri a Biella

Graffito su un campanello in via Orfanotrofio a Biella per conferenza di Gavazzi al DocBi di Biella

Graffito su un campanello in via Orfanotrofio a Biella per conferenza di Gavazzi al DocBi di Biella

Sempre molto attivo, con proposte interessanti, il centro DocBi che, questa volta, invita presso la sua sede di Biella (via Marconi 26a) per una conferenza di Carlo Gavazzi che renderà conto in modo molto brillante e curioso di come i “writers” di oggi, che imperversano (qualche volta a sproposito) sui muri, non siano una novità… la storia di quest’espressione artistica/sociale risale nel tempo a ben prima dell’invenzione delle bombolette spray… Ecco la breve scheda con il concetto della serata.

I DIAVOLI SUI MURI
I graffiti biellesi dal Quattrocento ai writers

I graffiti, segni incisi o dipinti su un manufatto dopo la sua realizzazione allo scopo di trasmettere un messaggio, sono vecchi come il mondo e dove abbondano – da Pompei alle chiese romaniche del Monferrato – costituiscono una preziosa fonte di informazioni. Nel Biellese già sui muri di edifici tardogotici (Palazzo Gromo Losa) o rinascimentali (Chiostro di San Sebastiano, Castello di Gaglianico) si è disegnato e inciso, e non si è mai smesso di farlo; ma negli ultimi decenni grazie alle bombolette di vernice spray il graffitismo, qui come nel resto del mondo, si è diffuso a macchia d’olio. Come trasformarlo da manifestazione di degrado in creazione artistica?

Palazzo Gromo Losa contiene forse i più antichi graffiti biellesi, per conferenza di Gavazzi al DocBi di Biella

Palazzo Gromo Losa contiene forse i più antichi graffiti biellesi, per conferenza di Gavazzi al DocBi di Biella

 

Torna all'inizio