Cultura e arte

Torna il gran Galà della Danza

Locandina Gran Galà Danza 2015

.

E’ un appuntamento fisso che negli anni ha fatto scuola, torna sabato 21 febbraio alle ore 21 al teatro Civico di Vercelli il “Gran Galà della Danza” (nona edizione)
organizzata dall’associazione DodiciDicembre onlus. Il tema di quest’anno è legato all’EXPO 2015: “Un giro del mondo a passo di danza”. Lo spettacolo viene costruito dall’associazione con le scuole di danza cittadine che si alternano nelle coreografie. Quest’anno ogni “capitolo” rappresenterà lo spirito caratteristico e i simboli di alcuni grandi nazioni del mondo. Si comincerà con USA – New Dance Center, a seguire: SPAGNA – Accademia di Danza Città di Vercelli; IRLANDA E SCOZIA – Dance Team; ISLANDA – il sogno di Giò; URSS – Dagis; FRANCIA – DanzArte; AFRICA – Freedom MAD; GIAPPONE – JungleGym.

L’incasso della serata sarà devoluto al sostegno del “Centro Ascolto AntiViolenza Vercellese”. Creato e gestito dai volontari dell’associazione.

Per informazioni mail: info@12dicembre.org. Prevendita presso TEATRO CIVICO DI VERCELLI nei giorni: giovedì 19 e venerdì 20 febbraio dalle ore 17.00 alle 19.30, sabato 21 febbraio dalle ore 20.00 alle 21.00 Ingresso € 17,00 Platea e Palchi € 15,00 Galleria.

Nataleone di solidarietà a Vercelli

La presentazione del progetto

La presentazione del progetto

Il Museo Leone di Vercelli, presieduto dal professor Gianni Mentigazzi,

si conferma attento al sociale e, anche quest’anno, lega la sua rassegna “Nataleone” ad un’iniziativa a favore dei bimbi meno fortunati. Non più raccolta di giocattoli, ma di vestiti per l’infanzia da destinare al Gruppo di Volontariato Vincenziano che provvederà a distribuirli nelle famiglie più bisognose. Dal 6 al 21 dicembre si potranno portare in museo abiti usati (purché in buone condizioni e puliti) oppure anche nuovi… scarpe (0-12 anni), accessori tipo passeggini, eventualmente anche latte in polvere. In cambio si avrà l’accesso gratuito alle sale del museo che ospita la storia di secoli della nostra città. L’abbinamento cultura-solidarietà si inserisce nella politica di apertura alla città e alla società che da diversi anni l’istituzione, grazie anche all’impegno del conservatore Luca Brusotto e del suo staff, sta portando avanti.

Il programma di “Nataleone” si intitola “Un Natale da Re” e lo spunto viene dal primo evento, sabato 6 dicembre (ore 17,30), con la conferenza di Alessandro Barbero su “Carlo Magno. Re, imperatore ed europeo”, per il 1200 anniversario della morte. Proseguirà domenica 21 dicembre con un appuntamento di “pit stop” per i bambini alle ore 15, ricco di animazione e sorprese. Infine sabato 3 gennaio 2015, alle ore 17,30, il “Re dei Re”, evento più decisamente natalizio dedicato alla figura di Gesù nell’arte del territorio, con lo storico dell’arte Gabriele Marazzina. Gli eventi si svolgono nella sede del museo. Info e prenotazioni: 0161-253204 – Cell. 348-3272584.

 

Scatti per i Volontariato a Biella e Vercelli

banner_scattisolidarieta_banner 380

.

Il Csv dal 1° gennaio diventa CTV (Centro Territoriale Volontariato), è un effetto del calo drammatico dei fondi per il Volontariato e del progetto di eliminazione delle province. Il nuovo organismo vedrà insieme Biella e Vercelli. Una trasformazione che sta impegnando a fondo le due organizzazioni oggi distinte. Nasce in questo contesto forse il primo progetto che possiamo considerare espressione del nuovo organismo. «Scatti di solidarietà 2014», un contest fotografico sul tema della solidarietà e del volontariato aperto a tutti i fotografi professionisti e non professionisti attivi nei territori di Biella e Vercelli.

Ogni fotografo partecipa con un massimo di tre immagini (vd. sezione ‘Formati e specifiche tecniche’) e tutti gli scatti in gara vengono pubblicati sulla nuova Fan Page CTV – Centro Territoriale Volontariato www.facebook.com/centroterritorialevolontariato, che è stata attivata per l’occasione.

Gli scatti devono rappresentare ambiti e situazioni inerenti al mondo della solidarietà, del volontariato, dell’impegno sociale e, in senso ampio, a tutto ciò che è riconducibile al Terzo Settore.

Nel seguito il bando completo (continua…)

Artisti si diventa… alla Diapsi

Volantino corso di disegno Diapsi

.

Si attivano uno dopo l’altro i corsi di Diapsi Vercelli che ha cominciato un’altra grande stagione di proposte per il tempo libero, rigorosamente aperte a tutti.

Lunedì 24 novembre, dalle ore 17.45 alle ore 19.45, comincerà il Laboratorio di Disegno e Pittura organizzato da DIAPSI Vercelli onlus, presso la sede di Via Dionisotti 12; il corso, condotto da Elisa Marmo e strutturato in tre moduli da 8 lezioni ciascuno, è pensato per dare la possibilità a tutti, neofiti e non, di esprimere la propria visione del mondo attraverso le proprie doti creative.

Il programma prevede un preciso metodo di insegnamento che, attraverso diversi tipi di esercizi, guiderà gli esordienti a prendere confidenza con il proprio tratto personale. Durante le lezioni verranno proposti esercizi di copia dal vero e da foto, studio della prospettiva e delle diverse tecniche inerenti il ritratto. Per chi invece vorrà approfondire o proseguire il proprio percorso artistico, affronteranno il colore e alcune tecniche pittoriche con l’utilizzo di acquerelli, acrilici, matite colorate e pastelli ad olio, in modo da fornire ad ognuno i mezzi necessari per potersi esprimere liberamente.

Per informazioni e iscrizioni è possibile consultare il sito www.diapsivercelli.it/disegno, chiamare lo 0161.092294, il 393.6096370, o inviare una mail a info@diapsivercelli.it.

 

Emisferi musicali ad Asigliano

Il logo dell'associazione Emisferi Musicali

.

Gli «Emisferi musicali» è l’associazione che ha importato a Vercelli i corsi di musicoterapia orchestrale, che permette a persone senza preparazione musicale, disabili e “amici di musica”, di apprendere un metodo semplice ed efficace per poter padroneggiare gli strumenti dell’orchestra classica e formare, insieme a musicisti professionisti, appositamente preparati, un corpo ochestrale in grado di esibirsi in qualunque contesto con ottimi risultati d’assieme.

Un’occasione per vedere dal vivo il gruppo vercellese sarà domenica 16 novembre alle ore 15 al salone di di Santa Marta ad Asigliano Vercellese, in  collaborazione con l’oratorio “Papa Francesco” e il patrocinio dell’amministrazione comunale del paese.

«Dove le disabilità diventano abilità diverse» è il motto dell’associazione.

L'orchestra del corso di Musicoterapia Orchetrale di Emisferi musicali alla Vallotti giovedì 12 giugno 2014 al termine del concerto

L’orchestra del corso di Musicoterapia Orchetrale di Emisferi musicali alla Vallotti giovedì 12 giugno 2014 al termine del concerto

Artisti contro il cancro al Borgogna

La passerella finale: da sinistra: Emanuela Surbone (Csv Vercelli), Antonio Buonocore, organizzatore dell'evento, l'attore Gianluca Mischiatti, il musicista Francesco Aroni Vigone, la brava cantante Betta Godino

La passerella finale: da sinistra: Emanuela Surbone (Csv Vercelli), Antonio Buonocore, organizzatore dell’evento, l’attore Gianluca Mischiatti, il musicista Francesco Aroni Vigone, la brava cantante Betta Godino

Il Museo Borgogna è il salotto che tutta Italia può tranquillamente invidiare a Vercelli.

La Sala Grande è un tripudio d’arte antica, in cui ha fatto irruzione per poco più di un’ora il tempo presente, con le sue voci, le immagini e i suoni. «Letterature Urbane 1.1» è tante cose, prima di tutto un vero progetto di arte sociale. Infatti tutti i fotografi e autori, ma anche coloro che si sono esibiti durante la serata, hanno regalato il loro ingegno a «Perché no?», con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore dell’Airc per finanziare la ricerca sul cancro. Sociale anche l’aspetto artistico, nel senso che è stata sezionata la città in diverse prospettive e “climi” emotivi. Prima di citare gli artisti e autori va sottolineato il valore delle performances viste al Museo Borgogna giovedì 2 ottobre 2014. I testi di alcune serie di lavori hanno esaltato le doti interpretative di un magistrale Gianluca Mischiatti, che è stato anche perfetto cerimoniere. Notevoli gli intermezzi musicali di Francesco Aroni Vigone, jazzista di grande valore. La sorpresa è stata la partecipazione di Betta Godino, capace di cantare con voce limpida e vellutata, senza accompagnamento musicale, tranne alla conclusione quando ha fatto un “cameo” al pianoforte Luigi Ranghino che ha duettato con Vigone. Perfetti gli interventi critici di Diego Pasqualin, autore di un testo allegato al portfolio realizzato per l’occasione, rilegato da Ivo Guzzon in due varianti. Dietro le quinte il vero artefice del progetto, come di tanti altri benefici e non: Antonio Buonocore. La serata è stata aperta dal saluto del padrone di casa, l’avvocato Francesco Ferraris, presidente del Museo e del sindaco Maura Forte e poi via, un volo nella “città che non dorme mai”…

Ed ecco gli artisti che, tramite serie fotografiche in bianco e nero, hanno esplorato la città, intesa sia come Vercelli, la loro città, che come ambiente urbano in genere. Sono: Andrea Cherchi, Guido Come, Carla Crosio, Maria Teresa Degrandi, Lucia Forseno, Godart, Chiara Mazzeri, Gian Piero Prassi, Sergio Serena, Carlo Truffa, Micol Villa. I testi che accompagnano le immagini sono di_ Alessandro Barbaglia, Lina Besate, Elisabetta Dellavalle, Luisa Facelli, Alberto Odone, Sandra Ranghino, Micol Villa.

Un bel progetto che prosegue, sempre per raccogliere fondi per Airc. Reso possibile dalla collaborazione con «Perché no?», di Csv Vercelli (fondamentale anche per la stampa dei portfoli), museo Borgogna, Comune di Vercelli e Studio Dieci, “not fot profit gallery”, in cui dal 28 al 30 settembre si era tenuta l’anteprima delle immagini, di cui fanno parte sia Diego Pasqualin che Carla Crosio, che ha voluto realizzare anche delle opere uniche le pagine di un “Diario” artistico, omaggiate ai protagonisti del progetto. “Studio Dieci” ha un attenzione costante per il sociale, infatti la guardiania delle mostre è affidata a un gruppo dell’Anffas di Vercelli.

Ecco la gallery della serata

 

Le storie di Claudia conquistano i vercellesi

Inaugurazione mostra Claudia Ferraris

Da sinistra: papà Pino, Laura Musazzo, Claudia, Milly Cometti

Inaugurata alla tipografia Gallo la mostra di Claudia Ferraris, fumettista specializzata in illustrazione e storie a fumetti per bambini.

E’ stata una valida scelta quella del Rione Cervetto, che giovedì 11 settembre ha inaugurato la “Sagra dell’Agnolotto” numero 33, mostrare le tavole dell’artista vercellese.

Tavole coloratissime, popolate da personaggi dai grandi occhioni espressivi, offre al suo pubblico infantile il forte messaggio che la vita è bella, anche quando sembra in salita, e che tutto è possibile.
Sono state presentate anche alcune novità… tavole di un “cooming soon”, un lavoro che vedrà la luce nel 2015, e il “logo” della convention “Special Olympics” che si terrà nel contesto della prossima “Fiera dello sport… stile di vita” in programma al Vercelli Fiere di Caresanablot dal 3 al 5 ottobre, complimentata da Milly Cometti e dalla delegata Coni Laura Musazzo per l’efficacia espressiva. Il disegno rappresenta una “scaletta” con un ragazzo che ne sostiene un altro che fa canestro e un grande cuore verde dietro. «Il cuore verde – ha detto Claudia – rappresenta la speranza per ogni ragazzo disabile di poter praticare lo sport come tutti gli altri».

La mostra, coloratissima è dunque da visitare in questi giorni per tutta la durata della Sagra. Hanno fatto onore tante personalità: dal sindaco Maura Forte, all’assessore alle Politiche Sociali del Comune Adriana Sala, gli assessori provinciali Davide Gilardino e Gianmario De Maria, esponenti del mondo delle associazioni e tanti visitatori.

Da segnalare l’ottimo risalto dato alla mostra dal comitato del Cervetto, che ha omaggiato Claudia di una targa ricordo e l’ospitalità della signora Mariuccia della Tipografia Gallo, che ha ricevuto anche un presente floreale sempre dal Rione Cervetto.

Lasciamo alle immagini la testimonianza di una bella cerimonia e del contenuto dell’esposizione.

 

 

Torna all'inizio