Dalla redazione

Volontariato trinese in lutto per Franco Irico

Grave lutto per L’Avgia di Trino e per il mondo ecclesiale e del Volontariato trinese. E’ mancato all’età di 77 anni Franco Irico, tra i fondatori dell’Avgia a Trino. Martedì 17 marzo alle 14,30 la parrocchiale di Trino, gremita, era la testimonianza più limpida di quanto Franco ha donato nel corso della sua vita. Presente oltre al clero trinese, con i salesiani in prima fila, il direttore della Caritas Diocesana don Osvaldo Carlino e don Alberto Colombo, presidente dell’Avgia, che ha vissuto fianco a fianco con Franco i momenti entusiasmanti come quelli più delicati del sodalizio che proprio nel 2014 aveva celebrato 25 anni di vita.

“Un uomo comunitario” è stato definito durante le esequie, un esempio di cristiano completo che certo non deve temere il “giudizio”, visto per come ha sempre accolto Gesù nei fratelli malati, in crisi, con problemi di povertà. Come è stato puntualmente ricordato, impegnato prima di tutto con la sua famiglia, ma incapace, poi, di non estendere “la sua rete” alla comunità, quindi impegnato in parrocchia, promotore del Centro Ascolto Caritas e San Vincenzo di Trino, che opera con impegno trovando ogni mese migliaia di euro per aiuti alimentari, pagamento bollette e a altro. Le sue doti umane, il suo sorriso accogliente, l’intelligenza che era pari alla sua generosità. Non ho avuto la fortuna di stargli vicino spesso, però tutte le volte che ho collaborato con lui, o anche solo quando l’ho incontrato, ho sempre avuto modo di apprezzato la sua calma, la capacità di affrontare i problemi in maniera efficace, smorzando il “panico” o le preoccupazioni di chi gli stava accanto. Formatosi nel cuore pulsante della famiglia Salesiana, la scuola di Valdocco, lì aveva imparato non solo la tecnica ma soprattutto l’etica del lavoro. Professionalmente lavorò alla Fiat, arrivando a un ruolo di responsabilità ed ha offerto le sue capacità organizzative anche nel Volontariato. All’Avgia è sempre stata una presenza puntuale, un sostegno sollecito, anche negli ultimi anni in cui era spesso impedito dalle condizioni di salute.

Se n’è andato un altro pilastro come lo fu Flavio Degaspari. Ora hanno riformato un vero e proprio “terzetto delle meraviglie” con Placido Vidale. Per la famiglia e per chi deve ora proseguire il cammino da lui indicato la sua presenza non finisce con la morte, è nelle cose, nel mettere in pratica ogni giorno, come si può, la sua lezione di vita e di carità cristiana autentica.

Lo ricordiamo con questa foto, con gli amici dell’AVGIA, in una delle tante gite che negli anni proprio Franco ha organizzato e condotto, spesso facendo anche l’autista… Franco è il primo da destra.

Comitiva dell'Avgia Trino alla reggia di Venaria, primo da destra: Franco Irico

Comitiva dell’Avgia Trino alla reggia di Venaria, primo da destra: Franco Irico

Le vacanze sono finite!

Ci siamo presi un periodo di vacanza un po’ lungo… ma ora torniamo e ripartiamo con più sprint!

Ci attende un autunno-inverno davvero di fuoco. Siamo media partner di due grandi eventi: il convegno “Oltre la crisi” promosso dal Csv e della “Festa dei Popoli” promossa da Caritas, Csv e Comune di Vercelli che quest’anno di dilaterà da fine ottobre fino al 5 dicembre, con tanti eventi di grande valore. Inoltre entrano nel vivo anche varie collaborazioni. In questi mesi ridisegneremo in parte il blog e rivedremo anche la pagina facebook. Dunque un impegno maggiore che avrà bisogno di tante persone coinvolte e per questo chi fosse interessato a collaborare ci contatti spiritosociale@gmail.com

Comunque sia Seguiteci!

Il nostro grazie a Ketty Politi

Ketty Politi in occasione della presentazione degli eventi finali del progetto Saida

Ketty Politi in occasione della presentazione degli eventi finali del progetto Saida

Spirito sociale ringrazia calorosamente Ketty Politi, assessore alle Politiche Sociali della giunta Corsaro, per aver creduto sin dall’inizio nel nostro progetto, ci ha sostenuti non solo nel suo ruolo istituzionale ma anche personalmente, aiutandoci in tanti modi, sempre con entusiasmo, ci ha dato la forza di continuare questo progetto nella sua attuale versione on-line. Era doveroso segnalare questo impegno e anche la correttezza di un’amministratrice che non ci ha mai, neppure velatamente, chiesto una “contropartita” di visibilità, grazie di cuore.

Torna all'inizio