Trino

Volontariato trinese in lutto per Franco Irico

Grave lutto per L’Avgia di Trino e per il mondo ecclesiale e del Volontariato trinese. E’ mancato all’età di 77 anni Franco Irico, tra i fondatori dell’Avgia a Trino. Martedì 17 marzo alle 14,30 la parrocchiale di Trino, gremita, era la testimonianza più limpida di quanto Franco ha donato nel corso della sua vita. Presente oltre al clero trinese, con i salesiani in prima fila, il direttore della Caritas Diocesana don Osvaldo Carlino e don Alberto Colombo, presidente dell’Avgia, che ha vissuto fianco a fianco con Franco i momenti entusiasmanti come quelli più delicati del sodalizio che proprio nel 2014 aveva celebrato 25 anni di vita.

“Un uomo comunitario” è stato definito durante le esequie, un esempio di cristiano completo che certo non deve temere il “giudizio”, visto per come ha sempre accolto Gesù nei fratelli malati, in crisi, con problemi di povertà. Come è stato puntualmente ricordato, impegnato prima di tutto con la sua famiglia, ma incapace, poi, di non estendere “la sua rete” alla comunità, quindi impegnato in parrocchia, promotore del Centro Ascolto Caritas e San Vincenzo di Trino, che opera con impegno trovando ogni mese migliaia di euro per aiuti alimentari, pagamento bollette e a altro. Le sue doti umane, il suo sorriso accogliente, l’intelligenza che era pari alla sua generosità. Non ho avuto la fortuna di stargli vicino spesso, però tutte le volte che ho collaborato con lui, o anche solo quando l’ho incontrato, ho sempre avuto modo di apprezzato la sua calma, la capacità di affrontare i problemi in maniera efficace, smorzando il “panico” o le preoccupazioni di chi gli stava accanto. Formatosi nel cuore pulsante della famiglia Salesiana, la scuola di Valdocco, lì aveva imparato non solo la tecnica ma soprattutto l’etica del lavoro. Professionalmente lavorò alla Fiat, arrivando a un ruolo di responsabilità ed ha offerto le sue capacità organizzative anche nel Volontariato. All’Avgia è sempre stata una presenza puntuale, un sostegno sollecito, anche negli ultimi anni in cui era spesso impedito dalle condizioni di salute.

Se n’è andato un altro pilastro come lo fu Flavio Degaspari. Ora hanno riformato un vero e proprio “terzetto delle meraviglie” con Placido Vidale. Per la famiglia e per chi deve ora proseguire il cammino da lui indicato la sua presenza non finisce con la morte, è nelle cose, nel mettere in pratica ogni giorno, come si può, la sua lezione di vita e di carità cristiana autentica.

Lo ricordiamo con questa foto, con gli amici dell’AVGIA, in una delle tante gite che negli anni proprio Franco ha organizzato e condotto, spesso facendo anche l’autista… Franco è il primo da destra.

Comitiva dell'Avgia Trino alla reggia di Venaria, primo da destra: Franco Irico

Comitiva dell’Avgia Trino alla reggia di Venaria, primo da destra: Franco Irico

Tornano le Arance della Salute

Logo arance della salute

.

Puntuali, ritornano le “Arance della salute”, un simpatico e salutare invito a sostenere la ricerca contro il cancro. L’appuntamento è sabato 31 gennaio 2015 A Vercelli, con il patrocinio del Comune, il banchetto sarà in piazza CAVOUR, per il quindicesimo anno consecutivo, a partire dalle ore 8,30 e fino ad esaurimento delle reticelle di agrumi. Inoltre, oltre che a Trino, con la supervisione di Mario Buffa, la manifestazione si terrà anche a Desana, Prarolo, Lignana, Santhià e, per la prima volta, San Germano e sarà curata con la consueta dedizione, rispettivamente, da Maria Rosa Accatto, Carla Saviolo, Giuseppe Sassone, Paola Vizia e Giancarlo Lodo.

Dunque, come vuole la tradizione, gennaio AIRC dà il buon anno alla ricerca sul cancro. Basta un contributo associativo minimo di 9,00 euro per ricevere in omaggio una reticella da 2,5 kg di arance, contrassegnate dal marchio dell’Associazione. Questo contributo consente di fare il pieno di vitamine, far del bene alla ricerca e diventare Soci AIRC per un anno.

Insieme alle tradizionali “coordinate” l’Airc ha inviato un interessante report riguardo i progressi nelle cure contro quella che venne definita “la malattia del secolo” che pubblichiamo integralmente nel seguito. Sono barlumi di speranza che sono resi possibili anche grazie alla mobilitazione di tante persone generose. Il traguardo, almeno per una parte di tumori, è dietro l’angolo. Aiutiamo a fare gli ultimi metro… (continua…)

Donazione organi, incontro a Camino

Le Associazioni ACTI (Associazione Cardiotrapiantati Italiani), AIDO, AVIS, TPA, organizzano una serata di informazione sul tema “Donazione e trapianti”.

L’appuntamento è per Venerdì 28 Novembre, alle ore 20.30, presso la Sala Polifunzionale, in Via Roma 37, a Camino.

Interverrà il Dott. Raffaele Potenza, medico rianimatore, del Coordinamento delle Donazioni e Prelievi della Regione Piemonte e Valle D’Aosta.

Saranno presenti anche persone trapiantate che porteranno la loro testimonianza.

Durante la serata sarà distribuito materiale informativo, per sensibilizzare la cittadinaza sull’importanza della donazione, sul fare una scelta consapevole e per sfatare dubbi e pregiudizi sul tema della donazione di organi.

Il buffet della legalità a Trino

logo assciazione Itaca

..

L’Associazione Itaca di Vercelli (www.itacavercelli.it) è sempre attenta a creare momenti accattivanti ma allo stesso tempo educativi sui temi della legalità. L’ultima trovata del team di Gabriele Cortella è “Il gran buffet della legalità” realizzato in collaborazione con l’Istituto Alberghiero “Ronco” di Trino, appuntamento giovedì 23 ottobre 2014 alle ore 20. La cena si svolgerà presso l’I.P.S.S.E.O.A. “RONCO” in via Vittime di Bologna, 4 a Trino e verrà cucinata utilizzando i prodotti provenienti dai beni confiscati alle mafie della rete di Liberaterra. Il buffet nasce dalla volontà degli allievi che aderiscono all’Associazione Itaca attraverso il gruppo studentesco presente all’interno dell’Istituto, al termine di un percorso di educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva.

Il ricavato dell’iniziativa consentirà di sostenere la partecipazione di alcuni studenti dell’Istituto ad un viaggio a Napoli, organizzato in occasione del decimo anniversario dell’uccisione di Antonio Landieri, giovane disabile vittima innocente di Camorra. A Scampia saranno accolti da Rosario Esposito La Rossa (cugino di Antonio) e dall’Associazione VODISCA

Sono aperte le iscrizioni contattando il numero 347.7693540

Il menu della serata prevede:

APERITIVO: Cocktail di benvenuto / Tartine / Canapè / Pizze rustiche

ANTIPASTI E SECONDI A BUFFET: Tortino di zucchine con vellutata di gorgonzola e pasta kataifi / Frittura mista (crocchette di patate, arancini di riso, frittatine di pasta, frittelle di pesce)

Sformatino di acciughe / Moscardini e patate con salsa fredda al basilico / Cozze ripiene alla mediterranea

PRIMI: Paccheri all’insù (ragù, ricotta e pomodoro) / Risotto cozze e provola

DOLCI: Delizia al limone

Avgia Trino Compie 25 anni

Il logo del venticinquennale Avgia

Il logo del venticinquennale Avgia

Domenica 5 ottobre a Trino, l’Avgia locale festeggia i 25 anni di attività.

L’AVGIA (Associazione Vercellese Giovani Invalidi e Amici) di cui anche “Spirito sociale” fa parte, è nata nel 1972 al rione Cappuccini di Vercelli per iniziativa del religioso marianista Placido Vidale e dunque è attiva nel territorio da ben 42 anni. Oggi il nucleo principale è proprio quello di Trino, dove funziona un Centro Diurno che tre pomeriggi la settimana offre momenti di socializzazioni e varie attività manuali, creative e culturali e che cominciò l’attività il 15 novembre 1989, erano giorni davvero storici, con la caduta del Muro di Berlino… e storici anche per molte persone disabili trinesi che, sotto la guida del “ciclone” Flavio Degaspari, presero a riunirsi, a lavorare insieme, a organizzare fantastiche gite… Ora sono passati 25 anni e quello spirito continua i “giovani” di allora sono meno giovani e qualche altro giovane per davvero si è unito… Una bella famiglia, secondo lo spirito di Placido.

La copertina del numero speciale di "Pagine in Libertà" per i 25 anni di Avgia

La copertina del numero speciale di “Pagine in Libertà” per i 25 anni di Avgia

Il programma dei festeggiamenti è molto semplice ma coinvolgente: alle 10 la messa nella chiesa parrocchiale di Trino, nel pomeriggio, dalle 15,30, presso la sede di piazza Garibaldi 4, open day per conoscere da vicino le attività del Centro con rinfresco finale. Per l’occasione l’Avgia Trino ha realizzato un opuscolo con la storia in sintesi e la descrizione delle attività.

Avgia Trino verso i 25 anni

Avgia logo 25 anni

.

La sezione trinese di Avgia quest’anno compie i 25 anni, in autunno ci saranno le celebrazioni ufficiali. E una bella torta, con il 25 scritto, sopra campeggia sulla copertina del numero di giugno di “Pagine in libertà” il giornale diretto da Marina Boido che raccoglie interviste, recensioni, cronaca dell’attività della sezione. Lo trovate nella barra a destra nell’apposita sezione. C’è anche la cronaca della partecipazione alla Fattoria in città 2014 che Avgia ha condiviso con Spirito sociale. Per scaricare direttamente il numero clicca QUI

Il giornalino dell’Avgia scaricabile

Logo Avgia

.

L’Avgia di Trino ha iniziato un anno importante della sua storia perché a novembre si festeggiano i 25 anni da quando Flavio Degasperi e altri promuovevano la nascita della sezione trinese dell’Associazione Vercellese Giovani Invalidi e Amici, fondata da Placido Vidale a Vercelli negli anni Settanta. Nacque allora il Centro diurno per disabili trinese ancora oggi attivo. L’Avgia promuove anche questo nostro progetto di spiritosociale.org e dunque a partire dal recente numero di febbraio, diamo la possibilità di scaricare il giornalino interno dell’Avgia Trino ”Parole in libertà” anche dal nostro sito. Il numero di febbraio contiene diverse informazioni interne ed articoli su diversi argomenti, dalla mobilitazione di Trino per la Sardegna alluvionata, sul toccante film “Il sogno di Brent”, economia domestica, recensione si un libro e altro che trovate sul numero. Scaricabile QUI

Torna all'inizio