#cittadinsieme convegno e laboratori

«Abbiamo voluto trattare il tema della cittadinanza sia come legislazione che come appartenenza – spiegano gli organizzatori del convegno di giovedì 26 settembre – in maniera scientifica per non prestare il fianco a strumentalizzazioni».

E infatti dalle ore 9 interverranno, di fronte a una platea di studenti delle superiori, studiosi di chiara fama accademica e di provata imparzialità: il sociologo vercellese Maurizio Ambrosini (Università di Milano e direttore di “Mondi Migranti”, che parlerà di “Essere cittadini oggi”; Enrico Grosso uno dei più preparati costituzionalisti italiani (docente dell’Università di Torino e membro del direttivo dell’Associazione Italiana Costituzionalisti), il cui intervento ruoterà intorno al tema “L’acquisizione della cittadinanza in Italia: il presente e le prospettive future”, dunque una sorta di “stato dell’arte” legislativo. Roberto Mazzola (Università del Piemonte Orientale, direttore del Forum Internazionale Democrazia e religioni – Fidr), quindi l’aspetto religioso: “Cittadini e fedeli. Il problema della doppia fedeltà”. Infine Viviana Premazzi (Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione – Fieri) chiuderà la prima fase della giornata, parlando di “Cittadinanza e immigrazione”.

Non ci saranno solo relazioni ma si potrà toccare con mano le tematiche in gioco, partecipando a ben 9 tavoli di lavoro che verranno attivati intorno alle ore 11. Nella pausa pranzo (12,30) cous-cous per tutti e dolci. Alle ore 14 ripresa dei tavoli di lavoro fino alle 15,45, quando ci sarà la chiusura dei lavori e il rilascio dei certificati di partecipazione

Questi i “tavoli” che saranno attivati.

1) La cittadinanza dal basso: migranti e nuovi protagonisti, condotta da Maurizio Ambrosini. Ci si interrogherà sulle tante sfaccettature del concetto di cittadinanza.

2) Il mondo che vive con noi, proposto da Piergiacomo Baroni della Comunità di S. Egidio. Scopo dimostrare che l’integrazione è possibile in modo pacifico e condiviso, anche se con difficoltà.

3) Cittadini attivi per decisioni sostenibili. Tavolo proposto da Gian Luigi Bulsei, docente dell’ateneo vercellese. Si parlerà di come si può cooperare allo svolgimento di un’attività e influenzare le decisioni.

4) Il nuovo cittadino vs il cittadino vecchio, uomini e donne tra libertà e responsabilità, tra potere e parassitismo. Un titolo che spiga chiaramente il tema indicato da Simone Deflorian, consulente di sviluppo partecipato.

5) Per te e per gli altri, suggerito da Danilo Fiacconi e Claudia Raineri del Servizio civile nazionale, intorno alle tematiche inerenti.

6) Nuove presenze religiose in Italia, scelto da Roberto Mazzola, si rifletterà sulle testimonianze contenute in un documentario realizzato da Fidr che affronta temi come l’identità, tolleranza, integrazione.

7) L’incontro tra le culture nell’età del pluralismo, proposto da Maurizio Pagano docente di filosofia della comunicazione interculturale del nostro Ateneo. Si scoprirà che da sempre ogni cultura è intreccio di relazioni con altri mondi.

8) Cittadinanza con ogni mezzo, proposto da Viviana Premazzi che getterà uno sguardo su come le nuove tecnologie possono aiutarci a superare le diffidenze.

9) Cittadino del mondo: lavorare e studiare all’estero. Un tavolo più pratico per stimolare a fare esperienze all’estero, proposto da Ufficio Scolastico Territoriale e dalla Consulta Provinciale degli Studenti.

Come si vede sarà una giornata di intenso lavoro per far aprire gli occhi, ai giovani e non solo a loro, sulle sfide ma anche sulla profondità e bellezza del cammino di reciproca accoglienza con chi viene da altre culture.

L’evento è promosso dalla “Pastorale Universitaria” della Diocesi con l’Università del Piemonte Orientale e l’Ufficio Scolastico provinciale.

 

Torna all'inizio